Prima di recuperare un hard disk bisogna clonarlo - Spiegazione

Settori danneggiati sintomo di hard disk morente
Copiare i singoli files il colpo di grazia

RecuperoDati299euro » Clonazione hard disk con settori danneggiati
Abbiamo recuperato i dati di:
  • ZUEGG S.p.A. - RAID 5
  • Casa Circondariale alias Carcere di Verona - recupero dati in camera bianca
  • Volkswagen Group Italia S.p.A. - due casi hdd recuperati in camera bianca - siamo ora fornitori accreditati
  • Ministero dell'Interno - Server HP - RAID 5
  • Unione Comuni Modenesi Area Nord - SAN 44TB RAID 5; clicca qui per leggere il comunicato stampa ufficiale
  • NOVITÀ: General Electric Healthcare - quarto caso di RAID recuperato! Siamo fornitori accreditati
  • General Electric Healthcare: SAN HP MSA StorEasy RAID 6 e RAID 5
  • Consiglio di Stato - NAS RAID 5
  • Federazione Banche di Credito Cooperativo Abruzzo e Molise - NAS RAID 5
  • Ministero dell'Interno - recupero dati hard disk in camera bianca
  • Turco Group - recupero dati NAS RAID 5
  • EcoAcciai S.p.A. - Server RAID
  • Flou S.p.A. - Server RAID 5
  • Ministero dell'Interno - recupero Server Acer RAID 5
  • SSE S.p.A. - Recupero dati Server RAID 5
  • AirForce S.p.A. - NAS RAID 6
  • ULSS 20 - recupero dati HD
  • ULSS 21 - recupero dati hard disk
  • Università di Genova - NAS RAID 5
  • Geoworld - Server RAID 5
  • Marina Militare
  • Computer Discount - NAS RAID 0
  • Carabinieri - HDD, Chiavette
  • CNR Consiglio Nazionale delle Ricerche - Istituto Ambiente Marino e Costiero - SAN RAID 5
  • Polizia di Stato
  • CNR Consiglio Nazionale delle Ricerche - Istituto Nazionale di Ottica - NAS RAID 5
  • Guardia di Finanza
  • Università di Cagliari - NAS RAID 5
  • Caleffi S.p.A. - NAS RAID 1
  • Latterie Vicentine S.p.A. - NAS RAID 5
  • Università di Venezia

Tariffe listini

Unici a prezzi fissi, tariffa dovuta solo con recupero OK

Disco rotto? Controlla!

Procedura fai-da-te per inquadrare il problema

Urgenza? Procedi ora

Istruzioni spedizione e moduli generici da allegare

Guida alla clonazione e recupero dati hd con bad sectors

ATTENZIONE: questa white paper è a complemento della nostra guida al recupero dati hdd

AVVERTENZE: Innanzi tutto, si deve preservare l'hard disk da recuperare! Quindi al momento , tenetelo spento..

Tenere acceso anche pochi secondi in più un hard disk che ha un comportamento diverso dal solito, può peggiorare la sua condizione, è quindi importante imparare a minimizzare questo tipo di danni.

Leggi il resto... e salverai i tuoi dati :-)

PREMESSA: Cosa succede quando l'hdd legge i dati

Come fa a leggere i dati un hard disk

Ogni qualvolta un hard drive riceve un comando di lettura dal BIOS che a sua volta lo ha ricevuto dal sitema operativo del PC e deve quindi restituire il contenuto dei settori, avvengono diversi processi interni.

In primo luogo, il settore richiesto viene letto dai piatti e caricato nella cache del drive e del contenuto di ciascuno, mentre è nella cache, la CPU calcola il checksum dei dati utente.

Questo checksum viene quindi confrontato con il checksum che è stato originariamente scritto insieme ai dati del settore.

Se la parità del checksum è corretta, l'unità conclude che i dati letti dai piatti combaciano con quanto era stato "registrato" originalmente e li invia attraverso il canale ATA,

ma se vi è una mancata corrispondenza, il microprogramma dell'unità stessa, tenterà più e più volte di rileggere il settore/i col checksum errato, cercando di ottenere una corrispondenza.

In caso di settori danneggiati, l'unità non legge integralmente il settore o non lo legge affatto

il checksum non restituirà un valore corretto o non potrà affatto essere calcolato

a causa di questa mancata corrispondenza, il controllore dell'hard disk, sarà in grado di ottenere (forse) una parità solo dopo un gran numero di tentativi / ripetizioni della durata "eterna"

magari avete presente.. un cro-cronk cro-cronk

se invece la lettura del settore fallisce, BAD SECTOR, i tentativi comunque si ripeteranno per interrompersi solo dopo un minuto o anche un minuto e mezzo (timeout), momento in cui verrà generato un errore che sarà trasmesso attraverso il canale ATA.

NOTA BENE: al termine della clonazione, il tipico hard disk lento (che tale è a causa di settori danneggiati) svelerà un'ammontare di migliaia di settori danneggiati e a volte anche di qualche decina di migliaia.

Pensate bene: 1 minuto e anche 1 minuto e mezzo per OGNI SETTORE, tempo durante il quale il/i piatto/i si rovineranno sempre di più.

Provate a fare il calcolo delle corrispondenti ore e giorni.
La nota precedente per qualcuno "è nota", magari ha affidato il disco ad un informatico che come responso dice che è rimasto a scansionare PER GIORNI con un software INUTILE e che infatti NON si è recuperata che una misera percentuale di files inoltre in gran parte NON FUNZIONANTI.

È importante notare che tutti questi tentativi vengono generati da quel singolo comando di lettura "dentro" al protocollo ATA. In altre parole, si verificheranno indipendentemente da qualsiasi tipo di impostazione si vada a settare sui retry del macchinario

e o nel software utilizzato per clonare l'hard disk (infatti si impostasse anche 1, significherebbe unicamente che il tool di imaging utilizzato non invierà più di un comando di lettura per ciascun settore...

Un settore danneggiato ma molti i tentativi di leggerlo.

Ergo: in caso di bad sector, i tentativi ATA si ripeteranno comunque una moltitudine di volte per quel singolo settore.

A cosa sono dovuti i settori danneggiati, l'errore I/O, l'errore di ridondanza ciclico

Nella quasi totalità delle situazioni i settori danneggiati sono la conseguenza del degradamento di testine e / o superfici dei piatti

e lo stesso vale per l'errore di I/O e l'errore di ridondanza ciclico

poche possibilità di scampo: quasi certamente c'è una testina che già non legge più .. e sarebbe bene domandarsene la causa:

cosa era capitato al disco negli ultimissimi tempi? Non è che era stato spostato? Non è che nel frangente ha preso uno scossone o peggio un picco colpo o peggio ancora?

Se come spesso capita la fonte del problema è di tipo meccanico, i diversi tentativi di lettura danneggeranno l'interno dell'unità, facendo peggiorare il livello del problema iniziale.

Parliamoci chiaro: se vi si ammacca il cofano, non è che con un software sul PC lo potrete raddrizzare... Il metallo NON si raddrizza con un software che fa una scansione

per questo se si ripetono un numero sufficiente di volte tentativi CON INUTILI SOFTWARE, le testine che potrebbero benissimo essersi anche leggermente piegate,

- tanto? poco? quanto? guardate questa pagina sull'interno dell'hard disk, in particolare il punto 3. e capirete -

le testine , dicevamo, finiranno col piallare o solcare i piatti, danno irreparabile: disco da rottamare.

Recupero dati hard disk
Business e Privati info

Sei un privato? Con le
nostre tariffe max 299€
NON spenderai di più!

Unisciti ai moltissimi che con noi
hanno recuperato
documenti, foto, video e
risparmia un sacco pure tu!

Verifica tariffe e reputazione: googla per "Recupero Dati 299 recensioni opinioni"

Sconto
Rivenditori info

La clonazione coi macchinari

Per minimizzare questo effetto, quando l'unità non riuscisse a rispondere ad un comando di lettura entro pochi decimi di secondo, sarà opportuno interrompere automaticamente i tentativi ATA, inviando un opportuno comando di reset.

Comandi che possono essere generati solo da appositi apparati creati per la clonazione professionale, macchinari costosi e prodotti appositamente per le aziende che erogano specialistici servizi di recupero dati,

che permettono la gestione del disco in factory mode

Quei macchinari, opportunamente impostati con settaggi dettati dall'esperienza del tecnico professionista, possono generare automaticamente tre tipi di comandi di reset a seconda della gravità del bloccaggio:

software, hardware, e firmware e se il bloccaggio fosse drastico, altrettanto drasticamente, possono proprio spegnere e accendere automaticamente l'hard disk (che tanto è interfacciato al macchinario e non al PC), riprendendo la clonazione "più avanti",

ovvero saltando un numero preimpostato di settori, il che significa allontanarsi dall'area danneggiata.

Abbiamo ribadito l'obbiettivo: preservare lo stato di salute del disco e quindi arrestare i tentativi della richiesta di lettura non appena diventa evidente che si è in un area danneggiata.

Come si interpretano i valori SMART dell'hard disk

Gli hard disk hanno un sistema di monitoraggio del loro stesso stato di salute

Questi valori si possono leggere con una moltitudine di utility SMART gratuite, Noi ad esempio per leggere i valori SMART utilizziamo CrystalDiskInfo

Si noti BENE che i valori critici sono a scalare a mo di caricatore, ad ogni errore si "spara un colpo"

I valori critici da tenere d'occhio sono evidenziati in questa pagina su Wikipedia: valori SMART critici (in questa pagina di wikipedia sono quelli evidenziati in rosa)

I valori iniziali sono tondi: 100, 200, 250

Se anche uno solo dei valori SMART critici (in CristalDiskInfo sono quelli con ID 05, C5, C6) ha iniziato ad essere decrementato, i bloccaggi suddetti saranno garantiti poichè vi sono per certo settori danneggiati

Il disco che sta degradando per morire rapidamente, sta "sparando fuori" una miriade di settori. La "fregatura" è che se è questo il caso, l'ammontare di settori danneggiati segnalato dai registri SMART non è affatto reale

Se la situazione del disco è quella di un hard disk con settori danneggiati, se NON volete mettere a repentaglio la possibilità di Recuperare i Files: !!! NON ESEGUITE CLONAZIONI SOFTWARE !!!, spegnete il disco ed inviatelo a chi come noi è attrezzato.

Conclusioni

Quando un hard disk, anche se zoppicando, si rende ancora disponibile, ovvero, viene riconosciuto dal BIOS, magari fa anche qualche rumore (a cadenza irregolare e o sincopata, ma vale anche per alcuni ticchetii), sta degradandosi rapidamente e presto o prestissimo morirà (tipico dei Seagate).

Va clonato con i suddetti appositi macchinari, anche perchè ciò comporta una lettura concentrica (stile vecchio vinile), che eviterà rovinosi avanti e indietro delle testine (frammentazione);

Nell'azienda di recupero dati, NON VERRÀ clonato con un normale PC o scatolozzo USB da 30 euro che funzionano ESATTAMENTE come i software e degenererebbe la situazione

Come spiegato sopra, ne i software ne i duplicatori di hard disk possono "saltare a piè pari" i settori danneggiati

L'utilizzo di software o affini, trasformerebbe quello che al momento sarebbe un banale caso da clonazione coi macchinari, in un "discocidio" con conseguente perdita totale dei dati.

Infatti un hdd coi piatti rovinati non lo si potrà recuperare neanche in camera bianca.

Benefici della clonazione hardware coi macchinari

Clonare il disco con appositi macchinari, invece avrà solo effetti positivi, poichè:

  • ridurrà all'essenziale il tempo necessario all'operazione e quindi il tempo che il disco resterà in uso (minore stress)
  • preverrà danni alle superfici (i settori danneggiati, verranno saltati a piè pari in tempi inferiori al secondo)
  • ridurrà il numero di seek (spostamenti) delle testine; infatti il disco verrà letto in maniera concentrica.
  • ci metterà a disposizione un disco veloce sul quale effettuare in rapidità e sicurezza il Recupero Dati Hard Disk

Più in generale, grazie alla clonazione coi macchinari, si riduce sensibilmente il lavoro di imaging degli hard disk danneggiati (claudicanti o trapiantati in camera bianca), poiché ogni occorrenza di settori danneggiati costerà solo poche centinaia di millisecondi di tempo in più, invece di decine di secondi (spesso da 1 minuto a 1 minuto e mezzo per ogni bad sector).

Auspichiamo sia ora chiaro che, per effettuare un Recupero Dati Hard Disk malfunzionante ma riconosciuto (riconosciuto dal BIOS e con la corretta capacità in gestione disco),

si DEVE considerare OBBLIGATORIO, 1) diagnosticarlo (valori SMART), 2) clonarlo (comunque).

Lo si potrebbe clonare con PC e SW solo se i valori SMART sono a posto, altrimenti se detti valori SMART sono fuori norma, lo si DOVRA' clonare coi macchinari, altrimenti si gioca alla roulette russa, uomo avvisato...

Il centro di Recupero Dati 299, ha catalogato questa problematica e propone vantaggiose tariffe flat per questa specifica lavorazione, con una politica semplicissima:

niente recupero, niente compensi e se il recupero avviene, costi determinati fin da prima di mandarci il disco, grazie ad un chiaro e trasparente listino che farà parte della documentazione da stampare, compilare e tenersi in copia (verba volant...).

Per consultarci c'è la voce Contatti nel menu in cima alla pagina.

Se ritieni che questo articolo possa essere di aiuto anche ad altri pubblicalo sul tuo social preferito: Google+ o in alternativa Facebook


Vuoi dare una dritta al prossimo?
Pubblica RecuperoDati299 sul tuo social!
Hai gmail? Gradisci informazioni
e garanzie che diamo?.. clicca il G+1! grazie!

Su ↑